Chi siamo

Siamo inquieti per la qualità del giornalismo e la diversità dei media in Svizzera. Le prestazioni e i contenuti oggi a disposizione sono ancora piuttosto elevati, ma c’è una forte tendenza alla deteriorazione dei modi di produzione. Gli editori privati riducono i mezzi a disposizione nelle redazioni e il numero dei giornalisti, e il modello di finanziamento del giornalismo si sta sgretolando. Contemporaneamente, gli attacchi politici mettono in discussione l’offerta della SRG SSR e il ruolo del servizio pubblico nei media.

Vogliamo difendere il giornalismo, ma anche la cultura e l’apporto dei media alla vita democratica del paese. Una parte importante dei dibattiti che animano la società passa attraverso i media, in particolare quelli che operano nell’ambito del servizio pubblico. Senza un servizio pubblico di qualità, la cultura (e non solo il cinema) non ha alcuna possibilità di manifestarsi. La stessa cosa vale per lo sport e l’intrattenimento.

media per tutti farà tutto il possibile per mantenere e rafforzare la qualità, l’indipendenza e la continuità delle prestazioni che i media offrono attualmente nell’ambito dell’informazione, della cultura, dell’intrattenimento e dello sport. Ne va del dinamismo della vita democratica e sociale nelle diverse regioni del paese.

Siamo favorevoli a un sistema duale in Svizzera: l’offerta di servizio pubblico da un lato e il mercato dei media dall’altro. Insieme possono garantire diversità e sostenibilità. Il mercato da solo non può finanziare la qualità necessaria.

media per tutti vuole elaborare di un modello di finanziamento pubblico dei media, con un’attenzione particolare alla loro indipendenza, anche nei confronti dello Stato.

media per tutti difende il servizio pubblico e la SRG SSR, in particolare contro l’iniziativa “No Billag” o altre iniziative simili, tese a indebolire finanziariamente il servizio pubblico.